fbpx
Back To Top

Miss Monopoly: un lancio tra le critiche

Con un gender pay gap ancora oltre il 15%, la situazione professionale per le donne europee appare essere ancora molto distante da un livello di ideale soddisfazione. Abbiamo già discusso in passato delle cause che impediscono alle donne di rompere il “soffitto di cristallo” e, purtroppo, dobbiamo constatare che le cose non sono molto cambiate.

Miss Monopoly: un’eroina moderna?

Ma se, nei fatti, la situazione sembra immutata ed immutabile dall’altra le persone e le aziende appaiono essersi responsabilizzate verso questa tematica. L’ultima delle iniziative è quella di Hasbro che, dopo anni, ha deciso di uscire con un’edizione del tutto rinnovata dello storico gioco Monopoly. Infatti, Monopoly Man è stato sostituito da Miss Monopoly, un’intraprendente e grintosa eroina moderna che segue con determinazione la sua personale missione, ovvero investire sul talento e l’imprenditorialità femminile.

Un obiettivo chiaro

Le regole del gioco non sono cambiate ma, se in passato, i giocatori dovevano investire nelle proprietà immobiliari adesso sono invitati a scommettere sulle invenzioni delle donne. L’obiettivo dell’azienda è quello di incoraggiare la diffusione di un messaggio di empowerment, di ispirare nuove e vecchie generazioni, di portare alla luce il contributo che le donne danno ogni giorno al campo scientifico, tecnologico e più generalmente imprenditoriale.

Un messaggio male interpretato

L’attività di Hasbro ha suscitato non poche critiche a causa dell’equivocabile messaggio con cui ha annunciato l’uscita di questa nuova edizione, descritta come “il primo gioco dove le donne guadagnano di più degli uomini”. L’intenzione era sicuramente delle migliori, ma la resa lo è stata un po’ meno: il confine tra empowerment e sessismo è labile. Tuttavia, non vogliamo entrare troppo nel merito di questa discussione ma vogliamo, invece, mettere in luce la scelta dell’azienda di finanziare alcuni progetti di ricerca, portati avanti proprio da alcune donne.

Il talento delle donne è da premiare

Hasbro si mette al fianco delle donne, le aiuta a credere nel loro talento e le sprona a raggiungere i propri obiettivi. A nostro parere, l’intento dell’azienda era proprio quello di dar voce ad un problema del nostro tempo ed educare, anche attraverso il gioco, grandi e piccini sul contributo che le donne danno alla scienza e all’imprenditorialità. Perchè la disparità di genere non si ferma solo alle differenze salariali, ma riguarda anche il velo di indifferenza generale verso il ruolo delle donne nel mondo STEM. Quindi, si può condannare il copy, così come si possono condannare alcune nuove regole del gioco, ma non si può non condividere una presa di posizione che mira a dare alle donne il giusto riconoscimento in ambito scientifico. Finanziare i loro progetti è un primo passo per scardinare vecchie dinamiche. Essere ispirazione per il futuro è la responsabilità del nostro tempo.  Essere cambiamento aiuta il cambiamento.

Written by

Esperta di marketing ed account manager dotata della capacità di comprensione delle esigenze dei clienti, negli anni ha sviluppato un sempre maggiore interesse per il web marketing.