fbpx
Back To Top

Effetto Aiazzone: provare per credere

Effetto Aiazzone: provare per credere

Giorgio Aiazzone nasce a Tollegno nel 1947, ed è stato uno degli imprenditori italiani più importanti, degli anni ’80.

Dopo essersi affermato nel settore dell’arredamento ed aver creduto nello sviluppo della televisione locale, muore prematuramente a soli 39 anni, in un incidente aereo.

A trent’anni di distanza, nell’immaginario popolare, la sua figura appartiene a un folklore e una cultura tipica degli yuppies, come giovane ambizioso e sfrontato, mentre sono pochissimi coloro che lo ricordano per le sue iniziative commerciali e di marketing.

Fu uno dei primi ad applicare i pagamenti dilazionati, a consegnare in tutta Italia (isole comprese) gratuitamente, organizzare autobus che da tutta Italia si recavano a Biella presso il suo show-room, oltre ad organizzare gli alberghi, i ristoranti, le feste e la consulenza professionale di architetti ben affermati nel settore.

Fu però anche il padre del cosiddetto Fenomeno Aiazzone, del quale non andare così orgogliosi.

E’ il termine usato dai pubblicitari per catalogare i messaggi che a forza di essere ripetuti in maniera ossessiva, finiscono con il perdere ogni potere comunicativo, fino ad ottenere addirittura l’effetto opposto.

Succede ad esempio, quando si parla di catastrofe se fa caldo, di apocalisse se fa freddo, di calamità quando piove, di disastro quando non piove. Nessuno, a poco a poco, ci crede più. Ci si rende conto che l’attuale preoccupazione, quasi isterica, è uno spreco di risorse.

Le tecniche pubblicitarie Aiazzone ed i loro effetti a medio-lungo termine producono quindi l’effetto contrario a quello desiderato: disaffezione, anziché fidelizzazione. Il mobilificio fu addirittura costretto a togliere il marchio dai camion, che effettuavano le consegne.

Se vuoi saperne di più e verificare come sta andando la tua campagna, contattaci per una consulenza senza impegno #baobab #baobablog

Written by

Art director ed esperto nello sviluppare strategie mirate a creare l’identità e la riconoscibilità dei brand. Da oltre 25 opera nel mondo della comunicazione e del marketing, definendo i messaggi e selezionando i supporti più adatti a renderli tangibili. Specializzato in graphic design, è appassionato di regia e video making.