fbpx
Back To Top

CONTENT MARKETING, PERCHÉ LE ILLUSTRAZIONI SONO STRATEGICHE

content-marketing-illustrazioni-strategiche

CONTENT MARKETING, PERCHÉ LE ILLUSTRAZIONI SONO STRATEGICHE

Sei alla ricerca di nuovi linguaggi per dare più spessore ai contenuti del tuo content marketing e le solite fonti online non ti soddisfano più?
Magari cerchi un visual introvabile su banca immagine oppure vorresti un mood che “ancora non c’è”. Stai pensando alle illustrazioni? Ottima intuizione! Qui ti spieghiamo perché le illustrazioni sono strategiche per il content marketing.

Content marketing e illustrazioni: guida ai contenuti

 

Perché le illustrazioni per il content marketing?

Perché ci sia una storia, deve esserci un problema da risolvere, scriveva Goethe. Le illustrazioni, quindi, servono a raccontare o ad approfondire un concetto di content marketing in un modo che la parola scritta, da sola, non può fare. Il tema potrebbe essere troppo vasto oppure troppo complesso per affidarci a diagrammi di flusso o elenchi puntati. Una grafica con illustrazione ad infografica o uno storyboard illustrato possono invece essere molto più incisivi e personalizzabili rispetto alla “solita” immagine da banca immagine.
Perché quindi ricorrere proprio ad un’illustrazione per fare content marketing?
Perché si è alla ricerca di un contenuto preciso, unico, originale, in grado non solo di spiegare ma anche di emozionare.

Se questa spiegazione non ti convince, lascia che siano i numeri a farlo: il 90% del contenuto registrato dal nostro cervello è visivo, i post con infografica generano il 12% di coinvolgimento in più e i post con immagine hanno una percentuale di CTR più alta del 47% (dati blog2social.com via StudioSamo).

quote-illustrazioni-unica

Quanti tipi di illustrazioni ci sono?

Ne esistono moltissimi e tutti o quasi tutti possono essere funzionali ad una strategia di content marketing coerente e completa, che possa fornire online e offline contenuti validi ed autorevoli, a beneficio della corporate identity e del prodotto o servizio promosso.
Dall’illustrazione tecnica (tipo quella dei periodici di automobili, dove si spiega il funzionamento di motori e brevetti delle componenti) al car design propriamente detto; dall’illustrazione fashion al fumetto, all’illustrazione fotorealistica. In ambito commerciale: l’infografica vettoriale, il rendering, l’illustrazione naturalistica o scientifica/educativa, fino all’illustrazione per fumetto o copertina.
Le tecniche per svolgere un’illustrazione sono varie, spaziando dall’impostazione 100% digitale all’acquerello, la china o la tempera.

Come capire se l’illustrazione è veramente strategica per il mio content marketing?
Lo è se è capace di far saltare la lingua parlata o scritta e di fornire immediatamente e senza fraintendimenti il contenuto.

(Saltare la lingua scritta o parlata significa comunicare per visual: leggi la nostra intervista su carta)

quote-su-illustrazioni-content-mktg

Il visual del 2020

Questo approfondimento meriterebbe un blogpost a parte, ma possiamo già dirti che nel 2020 tra intelligenza artificiale e flat design (alcuni dei macrotrend riassunti in modo molto emozionale da Depositphotos in questo sito) grafiche organiche e formati verticali, che permettono di ottenere il 90% in più di visibilità rispetto ai formati standard orizzontali, l’illustrazione per il content marketing diventa ancora più strategica. Perché? Perché parte da zero e, grazie alla sua versatilità, è capace di adattarsi completamente anche al 9:16, mentre le banche immagini hanno cominciato solo recentemente a popolare i loro database con nuovi formati verticali.

 

5 consigli per illustrazioni davvero strategiche

Hai deciso che il linguaggio dell’illustrazione fa per te ed è adatto a rinnovare e dare nuovo spessore al tuo content marketing. Come fare ottimizzare ogni illustrazione perché sia strategica ed efficace? Consulta la nostra checklist!

1. Deve avere sempre un perché
L’illustrazione è un modo relativamente veloce e semplice per differenziare i propri contenuti da quelli dei competitor e da chi utilizza foto da banca immagini con poco fotoritocco. L’importante è non farsi prendere la mano, tenendo presente che prima viene la sostanza e poi la forma: ogni illustrazione deve sempre avere un senso e “stare in piedi” anche da sola non solo come “una bella immagine” ma perché descrive un concetto o narra un fatto compiuto: deve quindi avere il suo perché.

2. Esaustiva
Una sfida nella sfida, che trova nella bravura e nell’esperienza dell’illustratore il vero valore aggiunto: ogni illustrazione deve essere completa, per rispondere ad una domanda senza lasciare dubbi o zone grigie.

3. Multimediale
Può diventare parte di un video, può cambiare formato, può modificare i suoi connotati: l’illustrazione è tanto più efficace quanto è versatile, trovando spazio in diversi mezzi (da Facebook a Instagram Story ad un cartellone 50×70 all’interno di una pianificazione offline) e marchiando così il brand nella sua coerenza e completezza oltre che unicità.

4.Semplice
L’lllustrazione per il content marketing deve essere semplice, perché veicola un messaggio unico che altrimenti “non arriva” e rischia di disperdere il tempo impiegato nella sua realizzazione.

5.Evergreen
Ci sono alcune mode nel mondo dell’illustrazione, come in tutti i visual trends (avete notato anche voi il proliferare delle illustrazioni simil-Immuni?) ma se vogliamo che le nostre illustrazioni siano davvero strategiche è meglio scegliere uno stile meno trendy ma più unico e personale: magari è un mix che ancora non esiste, ma che senza dubbio calza di più sul contenuto che andiamo a raccontare!

illustrazioni-gif[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

Parliamone

Contattaci per il tuo piano di marketing. Saremo felici di definire la strategia multicanale più adatta al tuo business.

Written by

Dottoressa in Disegno Industriale, con un autentico interesse per le arti visive. Da oltre 10 anni è una talentuosa professionista nell'ambito del graphic design. Appassionata di tecniche di stampa, è specializzata in comunicazione offline.